ESTINZIONE: PALADINO DELLA GIUSTIZIA E DELLA DISCIPLINA

Significato letterario di “Paladino”, tipico Cavaliere vissuto nell’era di Carlo Magno, a Corte, accompagnatore “Fedele” delle imprese belliche. In tal senso il Paladino erge la sua lealtà “in modo disinteressato” per una “Nobile” causa. Campione nella vita, nelle Attività fisiche, difensore e sostenitore della “Legalità” e del “Merito”. Letteralmente i sinonimi sono numericamente superiori ai contrari, proprio per l’elevazione di una determinata visione e caratura mentale, rispetto agli “Oppositori o nemici” del beneficio sociale ed individuale. Difensore degli oppressi, dei poveri si erige al senso di “Libertà, Uguaglianza, Pace”, espressione di “Comes Palatius” (Conte di Palazzo). Scudi umani del Re, vivono in simbiosi totale, valorosi guerrieri e all’occorrenza Nobile Guardia alle manovre poco benevoli degli “Infedeli”. Democrazia, meritocrazia, benessere, tutti elementi base per una solida ed efficiente “Comunità Sociale”, innalzare l’animo a Dio. Reggenza alle Istituzioni, priva da ogni assunzione di arroganza ad ergersi a “Giudice” a forme di vissuto personale, rispettando in ugual misura ogni grado di ricchezza e povertà. Valori del “Cristianesimo” contrapposto alle azioni barbere dei Saraceni, rispecchiando fedelmente la “Letteratura Medioevale Francese”. Eventi storici, caratterizzati da battaglie sanguinarie, preparazioni psico fisiche basate in un tipico “Allenamento” al dolore, alla predisposizione di ogni singola “Disciplina” adatta alle caratteristiche del “Paladino” (onorificenza totale alla Fede Cristiana in forte opposizione alla Religione Islamica). Il Cavaliere che muore in battaglia, virtù al martirio Cristiano, equiparato al Santo, con rinuncia alla Vita per la Fede. Imprese storiche di Carlo Magno ed i suoi Baronetti fedeli, contro le truppe Arabe, celebrano le “Guerre Sante”, anticipando i tempi di una “Prima Crociata”. Ideale per ogni “Popolo” votato alla Fede e all’Onore, al Coraggio, fedele al proprio “Dio”, alla propria “Spada”, salvaguardando i propri “Deboli” onorevolmente. Uno per l’altro, Cavalieri fidati al “Dna” di Corte, al legame del territorio, delle proprie “Origini”, come i “Cavalieri” veri e propri “Simboli” della Tavola Rotonda di Re Artù. Nel periodo storico del Rinascimento Italiano molti autori, tra i quali “Ludovico Ariosto” hanno contribuito notevolmente a elaborare una nuova costruzione letteraria dei “Racconti Eroici” per le gesta degli “Idoli Paladini” (portiamo l’esempio di Orlando Furioso). Paragoni con la Tavola Rotonda di Re Artù si sprecano sia per popolarità, sia per immaginario delle singole Comunità Sociali, arrivando alla “Cultura Storica Celtica” dei famosi e celebrati “Paladini di Camelot”. Troviamo celebri Romanzi di “Terre Ignote”, con discutibili ombre di “Ordini del Cerchio d’acciaio”, immersi in perversioni malvagie e ricostruzioni poco veritiere degli “Eroi Paladini” fedeli sia alla Corte di Re Artù, sia di Carlo Magno, contaminando valori Cristiani e di Fede.

Entità Storica, conoscenza del Natività Primitiva di ogni specifica “Disciplina”, porta un valore aggiunto sia all’Essere sia alla Forma adottata della Vita, della “Psicologia di Trasporto Applicata” intesa come linfa della Formazione e Credenza psico fisica di ognuno di Noi.

#lezionidisogni

Annunci

Autore: lezionidisogni

Sport Cultura e Storia

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...