SALA STAMPA DALLA GOVERNANCE ALLO SPORT

E’ un luogo dove si incontrano i Giornalisti per la partecipazione attiva alla Conferenza Stampa. Ogni Organo Istituzionale ha una propria Sala Stampa vedi Palazzo Chigi, il Quirinale, Palazzo Madama, il Vaticano, il CONI e la FIGC. Nel mondo sportivo la Sala Stampa riveste un ruolo importantissimo come sappiamo, infatti a fine di ogni Gara Ufficiale ogni Allenatore o Giocatore commenta la propria, o della Squadra di appartenenza, la prestazione effettuata. Interesse specifico nello Sport del Calcio durante gli incontri di Champions League la Sala degli Stadi avvengono Conferenze straordinarie pre-Gara, fino ad arrivare ai commenti a caldo degli attori principali. Gli Stadi di Elite categoria 4 la più alta e nobile, la Sala Stampa deve ospitare non meno di 75 posti a sedere per i professionisti dell’informazione. La Federazione (FNSI) di riferimento della Stampa nasce nei primi anni del ‘900 con l’unione di categoria di Associazioni Regionali di Giornalisti, per rendere il Movimento Indipendente dalla Politica Locale e Nazionale. Per citarne alcuni Giovanni Papini fonda con Giuseppe Prezzolini La “VOCE”, mentre Gaetano Salvemini fonda L’UNITA’. La Storia narra che nel 1914 Mussolini direttore del “AVANTI” fonda a Milano “Il POPOLO D’ITALIA” per dare voce e risalto all’interventismo del Partito Socialista Italiano. Gli Industriali e l’area imprenditoriale hanno avuto grande importanza organizzativa per il benestare dell’ingresso dell’Italia nel Conflitto Mondiale. In queste circostanze storiche viene certamente ricordato l’atteggiamento neutrale della Stampa dell’ “AVVENIRE” con fede apostolica, la quale si oppone all’entrate della Nazione nel conflitto definendola una inutile strage. Le Foto hanno un’importanza strategica dell’informazione di stampa sin dall’inizio della Prima Guerra Mondiale.; da qui il Foto giornalismo pian piano si espande In ogni Organo Istituzionale, contro ogni propaganda Nazionalista con il passaggio definitivo all’utilizzo delle macchine fotografiche (modello Laica di Henry Cartier Bresson). Nella prima metà del ‘900 veniva la regolarità del Radiogiornale “LA GAZZETTA DEL POPOLO”.

Si introduce il colore nella Stampa Nazionale Italiana: “buona lettura Sportiva con la GAZZETTA DELLO SPORT

 

 

 

 

 

SPORTS ENTERTAINMENT

Ritrovare la forma con lo sport è stato sempre possibile,  non sempre si è avuto la giusta motivazione per farlo. In palestra ci si annoiava, a correre da soli si andava per tre volte poi si accampavano le solite scuse, le attività sportive che frequentavamo ci sembravano sempre le stesse. Dal mondo del fitness arrivano continuamente novità: basta scegliere lo Sport adatto per Noi, associando il dovere al piacere, proprio come facevano gli Atleti del passato conseguendo risultati notevoli. 

FIT PADDLING 
Serve equilibrio e concentrazione per  questa nuova Disciplina Sportiva la quale  prevede di eseguire  esercizi in piedi su una tavola che galleggia sull’acqua.  La muscolatura è interamente coinvolta per un miglioramento della coordinazione, della resistenza e della forza. 

ACROVIBES 

Molto divertente, unisce la Disciplina Acrobatica e quella Ginnasta: durante le lezioni  non sarà difficile trovarsi a testa in giù. Si esegue in coppia: si tratta dunque di trovare il bilanciamento giusto, distribuendo la forza, la spinta, la leva e, soprattutto,  la fiducia nel  Partner con le divertenti tenute delle posizioni. 

YOGA STAMINA 
Evoluzione del  Power Yoga, prevede la progressione di atti ginnici  precisi atti a preparare il corpo a ricevere più energia, sbloccare la respirazione, pulire i polmoni con una respirazione profonda e  ammorbidire il corpo, attivando le parti più bloccate come il bacino,  sede della nostra energia, e la colonna vertebrale attraverso cui passa l’energia. 

WATER GRID 
Nuova Disciplina Sportiva che si pratica sia in piscina che in palestra, da svolgere all’interno di una griglia a quadri , così da riuscire ad eseguire esercizi con un circuito stabilito, passando appunto da un quadrato all’altro a corpo libero, vincendo la resistenza dell’acqua, qualora si svolge nel rettangolo della piscina.

INSANY-T 
Aerobica sportiva, Ginnastica Funzionale, per esercizi cardiovascolari ad alta intensità e  coordinazione corporea. Tutto a suon di musica, elemento essenziale contro la fatica nello stesso tempo liberare la mente durante l’attività sportiva. 

La Boxe di Benvenuti

Giovanni Benvenuti detto Nino  [Isola d’ Istria 26/04/1938]

Campione Olimpico 1960, Campione Mondiale dei pesi Superwelter nel periodo metà anni ’60, inizio anni ’70 Campione Mondiale dei pesi Medi. Vince il prestigioso premio dei Fighter of the year, fine anni ’60

La International Boxing Hall of Fame e la World Boxing Hall of Fame hanno riconosciuto l’Atleta fra i più grandi pugile di tutti i tempi, con il solenne ingresso nella National Italian American Sport Hall of Fame consacrandolo definitivamente insieme a leggende mondiali del calibro di Rocky Marciano e Joe Di Maggio alle pagine storiche della gloria dello Sport Mondiale.

1960 Olympic Champion, World Superwelter Weight Champion in the mid-60s, early 70s World Middleweight Champion. He won the prestigious Fighter of the year award, late ’60. The International Boxing Hall of Fame and the World Boxing Hall of Fame have recognized the athlete as one of the greatest boxers of all time, with the solemn entry into the National Italian American Sport Hall of Fame, definitively consecrating it with worldly legends such as Rocky Marciano and Joe Di Maggio on the historical pages of the glory of World Sport.

 

The Game: Baseball

Lou Gehrig          Born 19/06/1903        Died  02/06/1941

Gehrig redirects here for other people with the surname see for the disease sometimes referred to as LOU GEHRIG’S disease see Gehriring surname Amiotrophic later sclerois

American baseball first basemanwho played his entire professional career (17 seasons) in Major League Baseball (MLB) for the N.Y. Yankees from 1923 until 1939. Gehrig was renowned for his prowess as a hitter and for his durability, which earned him his nickname “The Iron Horse.” He was an All-Star seven consecutive times, a Triple Crown winner once.

340 batting average.632 slugging average and a .447 on base average He hit 493 home runs and had 1,995 runs batted in (RBI). In 1939, he was elected to the Baseball Hall of Fame and was the first MLB player to have his uniform number retired by a team.

 

GARE DI SCI ALPINO I GRANDI CAMPIONI

 

Gustav Thoni [italianizzato] ex sciatore alpino e allenatore italiano di questa disciplina, nativo di Trafoi frazione del comune di Stelvio è stato uno dei più grandi campioni di tutti i tempi grazie alle sue 4 vittorie ne lla Coppa del Mondo Generale. (1974)

Alberto Tomba ex sciatore alpino, noto a livello internazionale con soprannome di Tomba la Bomba per lo stile aggressivo che adottava in pista e per il carattere estroverso, fu il protagonista dello Sci Alpino (dal 1986 al 1998) particolarmente nella specialità dello Slalom

Zeno Colò ex sciatore alpino (1920-1993) lo sciatore italiano più forte di tutti i tempi, primativa mondiale del chilometro lanciato, Campione Mondiale e Olimpico degli anni ’50

Jan Ingerman Stenmark ex sciatore alpino svedese, considerato il piuù forte dei suoi tempi con 86 successi in Coppa del Mondo rappresentando il Vincente della Storia dello Sci con due Titoli Olimpici. (1978)

Pirmin Zurbriggen ex sciatore alpino e allenatore della compagine nazionale svizzera, Campione polivalente, uno dei 5 atleti che hanno vinto in ognuna delle 5 specialità dello Sci Alpino.

Progetto e Sviluppo Sportivo

ff4d4c2b33afe1a9a4c1e9153f4a91f6

Nel 2015 il Consiglio Federale approvava le linee guida per lo Sviluppo del Calcio Femminile, per un nuovo Programma di rilancio dell’Attività Sportiva in Italia, con l’obbiettivo di un miglioramento dello Standard qualitativo e quantitativo; evidenziando lo sviluppo di Governance Sportiva, del Sistema di Licenze, Squadre Nazionali, attività di Marketing, non per ultimo attività la Formazione Giovanile, in sinergia tra il Calcio a 5 e quello ad 11 Giocatrici. Ad oggi, sono stati raggiunti diversi appuntamenti strategici sul campo, con l’aumento del numero delle Squadre Nazionali (numero 3 Rappresentative), fondamentali allo Sviluppo delle future Leve Sportive Femminili, incluso lo Staff di supporto alle compagini, con un personale specializzato a garantire Sicurezza Sanitaria e maggiore Qualità sia a livello Tecnico che di Rappresentanza Estera. Non potevano mancare figure di rappresentanza di Scouting, in linea con gli Standard di formazioni calcistiche maschili, per garantirne la conoscenza di tutte le Atlete del territorio. Gennaio del 2017 approvavano Norme all’interno del Sistema di Licenze che introducevano Criteri Sportivi e Organizzativi per i Campionati 2017/18 di Lega di Serie A e B. In Lega Pro presentava l’obbligo di tesseramento di numero 20 Atlete Under 12, annessi ad accordi di collaborazione con Gruppi Sportivi Scolastici. I prossimi passi per un rilancio definitivo dello Sport Calcio Femminile erano legati alla Comunicazione e Promozione alle Strutture UEFA e FIFA, già presenti alla Finale Women’s Champions League svoltasi a Reggio Emilia nel 2016 davanti a 18.000 spettatori allo Stadio Città del Tricolore. Attività di formazioni nei Settori Giovanili di Squadre Professioniste facevano capolino in tutte le Città del territorio Italiano con incontri tra Staff Tecnici e Dirigenziali delle Società Sportive. Grande successo riscuoteva il Format della FIGC “Azzurre per un Giorno” con l’obbiettivo di incentivare e promuovere il modello di Impegno e Valori nel Calcio Femminile, con relativo attaccamento alla Maglia Azzurra.

 

Marketing Sportivo ed Enti Locali

marketing

Nei primi anni del 2000 veniva registrata una crescente domanda di Attività Sportiva in tutto il Territorio Italiano (pur in contro tendenza con il reddito pro capite), ponendo ai dirigenti delle Società Sportive ed Enti Locali, la necessità di avere dei servizi ed una efficienza adeguata nel garantire l’offerta di Impianti, anche in termine di compenso economico, di modernizzazione delle strutture di gestione. La realizzazione di una struttura sportiva o ricreativa, che sia stato un campo da calcio, oppure, una piscina era sempre un investimento, che arrivando ai nostri giorni aumentava notevolmente; domanda al credito tramite Bandi Europei con tassi agevolati i quali permettevano una gestione accurata della spesa nel tempo. Sebbene la disponibilità degli Impianti dedicati alle Attività Sportive era ancora insufficiente, rispetto alle esigenze degli Atleti e sportivi, l’investimento “sportivo” si evolveva velocemente da procedura straordinaria a routine, paragonabile al processo di modernizzazione e sostituzione dei vecchi Impianti di qualsiasi Disciplina. A questo proposito, lo Studio Analisi Costi Benefici veniva incontro alle esigenze di fattibilità economiche, per affrontare un investimento di tale genere il quale comportava dei rischi, sia per gli Enti Locali, sia per le Società Sportive. Ai risultati veniva attribuito un valore indicativo, poiché non corretto a deleghe totali delle procedure di calcolo economico, soprattutto, quando intervenivano fattori decisionali, influenzabili facilmente da benefici e costi diretti; caso specifico per gli Enti locali e per l’offerta dei beni pubblici, per le Società Sportive senza fine di lucro, essendo che, l’obbiettivo primario era la Promozione della pratica della Disciplina Sportiva. Con il metodo e Volontà, la modernizzazione Sociale diventava una stretta collaboratrice; l’evento come seguito, prendeva la paternità dell’impegno dell’essere.