CELEBRITÀ SPORTIVA

Fisicità: alimentazione, respiro , sesso, riposo

Sicurezza: morale, salute, famiglia

Appartenenza: affetto familiare, intimità sessuale

Stima: autocontrollo, rispetto

Realizzazione Personale: creatività, accettazione, assenza di pregiudizi, spontaneità

“Un musicista deve fare musica, un artista deve dipingere, un poeta deve scrivere, un’Atleta deve Vincere, se vuole essere in pace con se stesso. Ciò che un uomo può essere, egli deve Essere”

#lezionidisogni

Annunci

L’ATTIVITÀ DEL MERCANTE

Come da “Titolo” il soggetto è il punto di contatto tra persone con forte passione, società sportive, giornalisti sportivi e artisti fumettisti pittori del settore. Inoltre del “Circolo” fanno parte anche intermediari di sponsor e di Atleti, galleristi sportivi e commerciali. In altre parole usando l’inglesismo di figura si definisce il Mercante un vero e proprio “Sport Dealer”. Ogni giorno nascono Associazioni o Circoli ricreativi sportivi atti al rafforzamento della struttura e del tessuto sociale dell’Arte Sportiva. I mercanti dello sport sono sempre esistiti in particolare negli Stati Occidentali, sviluppando un’Economia con reddito elevato con movimenti finanziari intensi. La figura del Mercante nasce soprattutto nel mondo dell’Arte, nell’Età Moderna successiva all’Età Medioevale, nei territori dei Paesi Bassi, fino ad arrivare in Francia, Inghilterra e naturalmente nella Roma Classica con la nascita delle prime “Case d’Asta” specializzate. Il concetto del Mercante così come creato nel tempo con basi di economia elementare, si trasforma in un congegno più articolato e complesso nell’Epoca odierna con una netta suddivisione dei compiti intese come mansioni di soggetti adibiti ad un lavoro specifico a seconda del livello di preparazione e numero di prestazioni svolte con successo. Anche nell’Arte come nello Sport la suddivisione è netta a seconda, anche in questo caso, dal livello di personalità nota e conoscenza del ramo specifico di specializzazione. Lo “Sport Contemporaneo”, come l’Arte Contemporanea, è recepito ed “Acquistato” dal grande Pubblico con modalità Primaria e Secondaria; nello specifico si indica con la prima versione una “Domanda Diretta” alla Società Sportiva di riferimento, come se fosse una vera e propria Galleria d’Arte. Arte, intesa come acquisto di “Merchandising”, Collezioni di cimeli della propria Squadra del cuore, biglietti per assistere in prima persona alle partite dei propri beniamini e molto altro. Si indica la seconda versione la “Compravendita” del materiale del mercato di riferimento proveniente dal precedente in tal senso dalla Società Sportiva di riferimento. Ovviamente il “Rischio” d’acquisto da questo settore è dietro l’angolo, con soliti “Tarocchi” relativo sia al materiale, che acquisti “Incauti” per nulla leciti emessi nel Mercato dal Bagarinaggio da strada perdendo ogni tipo di garanzia. Stesse preoccupazioni sorgono nell’Arte dove i “Falsi d’Autore” sono all’ordine del giorno. La Domanda e l’Offerta, sia nell’Economia dello Sport sia quella dell’Arte, è dettata dalla rarità del “Materiale”. Atleti ricercati e pagati a peso d’oro, per le proprietà balistiche eccelse, come rare sculture o quadri di celebri artisti della Storia. Il “Talent Scout” indipendente, scopritore di giovani campioni, pronto ad offrirli ai Settori Giovanili della Disciplina Sportiva di riferimento. Il lavoro primario di professionisti con occhio clinico, pronti a strappare contratti di unica concessione con le Famiglie del giovane Atleta, una sorta di Proprietà Privata per poterla trattare in “Esclusiva” con la Società Sportiva. Identico fondamentale di contrattazione che abbiamo in compravendita dal livello secondario a quello primario dell’Arte o dell’Artista da valorizzare nello specifico Mercato. E’ una rete fittissima di rapporti, caratterizzati da incontri tra collezionisti in luoghi dedicati come le gallerie d’Arte, la stessa come “Modalità di Esecuzione” che evidenzia e sviluppa l’intero “Mercato Sportivo”. Lo Sport Dialer è il soggetto che ha la facoltà e l’esperienza sul campo di individuare e suggerire il “Colpo Perfetto”, la compravendita d’effetto che manda in fibrillazione la Piazza, alimentando entusiasmo nel Pubblico, quindi “Entrate a Profitto” per il proprio portafoglio.

“Sono un Mercante, non un ciarlatano, forse un birichino, ma non permetto di indicarmi come un Saltimbanco”

#lezionidisogni

ANIMA E CUORE

“Rover Opportunity”, il primo Esploratore del Pianeta Marte, abile Robot longevo, per ben 15 anni è riuscito nell’impresa di raccogliere sia immagini, sia dati preziosi, i quali hanno fatto letteralmente il giro del Nostro Mondo. Mille segreti del Pianeta Rosso, trasmissione in maniera rapida, con occhi meccanici, braccia bioniche, la Missione interstellare più importante è stata eroicamente “Compiuta”. Il Rover si è arreso, il suo Cuore ha smesso di funzionare per sempre, dopo innumerevoli tentavi di connessione; il veicolo è dichiarato ufficialmente deceduto. Giugno scorso, complice una tempesta assassina di sabbia il Robot, ha cominciato la Sua agonia, solo nel mese di Settembre sembrava riuscito ad uscire dall’incubo della Polvere Rossa, grazie all’Amico Satellite “Mro” della Nasa. Luccicava come un brillante in mezzo al colorato terreno arido, ma Oppy (chiamato in gergo amichevole) continuava a non dare nessun segnale significativo, nessun “Led” di vita acceso. Tutto inutile, la comunicazione con il Centro Nasa era inesistente, l’ultimo saluto di Oppy vaga per la Galassia, pronto un giorno a manifestarsi come un Cupido nell’immaginario umano.

Robot ed esseri Umani, Robot ed Animali, uno a contatto dell’altro, sia nei laboratori, sia nelle mura domestiche. Programmazioni, sveglie, timer, domotica, elementi atti al controllo della vita terrena di ogni giorno. Startup pronte a lanciare sul mercato, applicazioni in grado di stimolare la “Vita” in modo di mantenerla sempre Attiva e Sana. Abbiamo a disposizione una vera e propria “Palestra Automatizzata”, sia per attività Umane, sia per quelle Animali, un “Domestico” personale un “Personal Trainer Umanoide” in grado di decidere e diversificare ogni istante della giornata, con movimento fisico e motivazione psicologica. L’App elemento selezionatore di Discipline Sportive, iniziando dalla Corsa, alla Ginnastica Passiva, alle serie di esercitazioni di Nuoto e molte altre ancora a nostra disposizione sul nostro Smartphone. Così per il Nostro Amico a quattro zampe con Attività di “Pet Fitness”, di corsa su percorso, di fiuto e di vista. Alla fine di ogni Attività svolta nel migliore dei modi ad ognuno il proprio “Premio”. In un certo senso un aiuto “Meccanico”, trova un senso pratico nelle nostre Vite in quanto siamo “Tutti” soggetti a sovrappesi, patologie di ogni tipo, ipertensione, e molte altre. Sviluppando insieme al Robot un metodo, un percorso appropriato e specifico, cerchiamo per lo meno di limitare se non di sconfiggere tutte le angosce, dolori muscolari, ed altre forme di handicap, che il nostro corpo può subire nel corso della vita. Analizzare dati, proprio come faceva “Oppy”, con precisione nei movimenti, come un’Atleta professionista in cerca del classico “Ago nel Pagliaio” per perfezionare al limite la propria Capacità Fisica. Binomio Intelligenza Robotica e Potenza Fisica, governato da un “Sw Mind”, capace di registrare e performare una grande quantità di dati provenienti dall’Attività fisica dell’Atleta. Il calcolo esatto della durata dell’Attività, estratto in un nano secondo, informazioni logiche di gioco, velocità, forza, visualizzate in accessioni ad intermittenza di Led senza usare nessun aggeggio di supporto. Viene offerto la migliore esperienza sia in campo d’Azione, sia a livello di Analisi psico motoria.

Grazie Oppy per il lavoro svolto in tutto questo tempo,

saremo riconoscenti al tuo Stile ed alla tua capacità di Aiuto costante a scoprire nuovi “Vitali Orizzonti”.

#lezionidisogni

IL CUORE OLTRE L’OSTACOLO

Viaggio negli occhi di un’Atleta, lumi colmi di sacrifici e gioie, portano il piacere al Cuore, l’allegria e la spensieratezza all’Anima.

Cosa penso, quando sono presente al Suo atto, come posso, avvicinarmi al Suo intelletto, leggere il Suo labiale, ascoltare il Suo Tono di voce.

Purezza, lealtà, rispetto, simboli di Onorabilità ed Eccellenza.

Non nascono in molti, colti dell’educazione ricevuta, pronti a superare ostacoli, combattere se stessi per arrivare a toccare l’Olimpo o le Stelle del Cielo.

Cosa mi accende quando guardo le Sue gesta, non riesco ad esprimere una sola Parola, far uscire dal mio volto una sola Espressione.

Come essere innamorato di una bellissima Dama, attraente, magnetica, tanto di invadere ogni primitivo istinto della mia ragione.

Sorge nel mio panorama stelle, una Cometa che mi indica la strada della Salvezza dalle giornaliere tenebri nemiche.

L’Atleta è apparso, odo il Suo Canto, il Suo Inno di Vittoria, che procede con note disegnate su un pentagramma d’oro esaltando il Suo Nome.

Recepisco la Sua Potenza, avverto il mio tremore, il Dio mi sussurra

-Attento tu che osservi, vedi innalzare al cielo la Sua Forza-

#lezionidisogni

AMICO BAMBINO

Se avessimo la stessa età saremo compagni di Squadra, sarebbe “Unione di intenti”, illuminati, precisi nei movimenti di Gioco, come se fosse Poesia.

I capelli mossi dal vento, come se, Angeli celesti accarezzano le nostre anime con mano delicata, come ad immaginare due Atleti in un corpo solo.

Un pensiero comune, un contrasto di sentimenti, divisi tra gioie e dolori, dove trovare la verità di Forza dei Cuori e Nervi d’acciaio nel Corpo.

Giovane, sei troppo giovane, esprimi una disarmante semplicità nello stile di vita.

Sarebbe meraviglioso, se il mio “Destino”, tornasse ad essere “Bambino”, insieme a te.

Se avessimo la stessa età saremo un “Binomio Vincente”, proprio quello che confidi in me.

#lezionidisogni

ANTICHE PROFESSIONI

Artigiani, Ingegneri, Studiosi, Pittori, Scultori, Medici e più ne ha, più ne metta. La praticità del “Commercio” di oggetti antichi, abilmente collocati con precisa Data storica e conseguente prezzo di vendita al Pubblico. L’Attività principale dei “Commercianti” è appunto la “Conoscenza della Materia, la giusta valutazione della stessa”. Quindi, “l’Esperienza acquisita nel praticare l’Attività” diventa un fattore determinante sia per lo studio giustamente dedicato all’oggetto, sia per l’obbiettività di valutazione, per venderli ad un giusto prezzo, agli acquirenti finali. Al “Pacchetto Lavoro” in possesso dell’Esperto Antiquario, inoltre vengono associate le “Tecniche del Restauro”, un grande spirito imprenditoriale atto alla fondazione di specifici “Laboratori di Studio e Ricerca”; il Ciclo dell’Attività Commerciale viene soddisfatta dalla forte predisposizione del Soggetto, al rapporto con il Pubblico. Attualmente, in tanti campi lavorativi, inclusi di Terzo Settore e Sportivi, non esistono “Leggi Organiche” che disciplinano una determinata Professione. Auspichiamo tutti che arrivi presto una Regolamentazione del Lavoro, un Albo Professionale Nazionale dedicato ad ogni Settore, in quanto manca materialmente una “Formazione Obbligatoria” per diventare veri Professionisti del Servizio o Lavoro scelto come Attività Sociale o Commerciale. In questo caso “l’Antiquario” preso di riferimento, avrebbe bisogno di una “Scuola integrata al Campo di Lavoro”, ovvero le Botteghe (luoghi semisconosciute, ormai in via di estinzione), per avere una frequentazione continua e costante con il “Maestro” l’Esperto d’Arte e Restauro. Esistono Accademie Universitarie specifiche agli insegnamenti ed al conseguimento di determinate Lauree in campo artistico e storico, ma ai fatti della “Pratica sul Campo”, per aprire un’Attività inerente a quanto studiato, bisogna riferire ad un “Decreto Legge”, il quale disciplina “un’Attività Commerciale Generale”. Il Soggetto che avvia un Commercio Antiquario, deve in ogni modo comunicare l’inizio dell’ Attività, precedentemente autorizzato dal Comune di appartenenza, al Ministero per i Beni e le Attività Culturali. L’Iter presenta lacune, insidie, sacrificio economico, di tutto un po’, messo a disposizione al di Sistema di Controllo, pronto a sollecitare ogni “defezione” a carico del Commerciante. Le poche Antiche Professioni presenti, al giorno d’oggi, sono allo stremo delle forze finanziarie, con uno sviluppo culturale inesistente, perso nel tempo, abbandonate al triste destino della “Chiusura”. Questo capita ogni santo giorno in ogni Tessuto Economico, Culturale e Sociale, mal gestito e disciplinato, da cultori del perfezionismo politico teorico. Quante “Botteghe Istituzionali” chiudono i battenti per mancanza di Lavoro, di Soldi, di Tessuto di Massa, quest’ultimo messo al palo, da Crisi Politiche ed Economiche Mondiali.

Antichi “Disegni Sociali”, “Antiche Valutazioni Economiche” (da parte di Mister X mai resi pubblici), immesse nell’ordinario di vita dei Popoli, atti a creare difficoltà e poca riconoscenza.

“Divide et Impera”, “Antico Motto” di cui non si conosce esattamente l’Origine, ma di cui, conosciamo esattamente il “Significato” (la leggenda narra che viene attribuito a due Personaggi Storici, in primo momento da Filippo il Macedone e successivamente Luigi XI di Francia, per i metodi politici espressi, atti alla divisione, alla rivalità dei Popoli, per un sicuro dominio). Lo Sport, come il Commercio ai giorni nostri, sono “Elementi” fortemente colpiti da una “Metodologia di Processo” sbagliata, per nulla facente funzione di “Aggregazione Sociale e Lavoro”. Il Valore delle “Antiche Professioni” non “Deve” essere disperso con questa facilità, per cura di cambiamenti fulminei di Politica Sociale ed Economica. Gli “Antichi Mestieri” sono patrimonio della “Cultura e del Benessere Sociale”, di formazione, di praticantato serio atto a valorizzare l’Espressione di Conoscenza, di interesse della Gioventù futura.

Un Popolo privo di “Cultura” è un Popolo schiavo.

#lezionidisogni

L’OROLOGIO DELLA VITA

L’ Orologio da polso veniva inventato da un Signorotto della buona Borghesia verso la fine XIX secolo, “Patek Philippe”, tale accessorio era portato con eleganza dalle “Dame”, mentre nelle fila del genere Maschile usava l’Orologio da Tasca. Ognuno di Noi ha una propria Vita da svolgere, in prima battuta, alzandoci con una “Sveglia”; mangiamo, dormiamo, beviamo con l’occhio puntato sulle lancette dell’Orologio, lavoriamo notte e giorno per un tempo determinato, attendiamo la Pensione lavorativa, dopo aver svolto un lavoro in un “Tempo adeguato per arrivare alla meta dell’età pensionabile”. Tutto questo dato dall’Orologio, un macchinario che scandisce il secondo, il minuto, l’ora di urgenze, gioie o spostamenti varie ed eventuali durante la giornata. Per una Persona anziana, il Tempo non risulta più come allarme del “Fare” un problema da risolvere, l’Orologio risulta un puro accessorio di vestiario, un conta ore privo del significato, se non quello di identificare con precisione la crescita “dell’Albero della Vita” coltivato con passione e amore nel “Passar delle ore vissute”. Nel mondo animale i Felini rappresentano l’estetica perfetta, l’armonia dei movimenti, la sincronizzazione del bisogno della “Corsa al cibo” e del “Riposo del Killer”. Felini ed Orologi vengono considerati “Esseri Viventi e Meccanici Perfetti” (citazione storica ed attuale di E.A. Cartier). La severa “Puntualità” dell’Orologio, il “Gentil” Tic Tac al girar del “Movimento”, ma anche lo spaventoso Dna di stampo Tedesco al “Tempo di Guerra”. Proprio l’antico Tic Tac che risuona nelle notti buie, sostituito al giorno d’oggi con il “Silenzio e Stress” alternati a “Stress e Silenzio”. Macchinari in grado di raffigurare le “Lune”, l’Universo immenso, senza avere un proprio Operaio Specializzato, l’Amico Orologiaio. L’Industria non permette in alcun modo che il “Tempo si fermi”, l’Amico di “Bottega” è sostituito dal Braccio Meccanico, dal lavoro in 3D, dall’arroganza del Sw, dall’impulso del “Circuito Elettronico”. Eppure naviganti, internauti esperti di qualsiasi età, non si chiedono il “Motivo” delle lancette degli Orologi, che girono sempre nello stesso senso e non in quello contrario.

Una semplice risposta precede “l’Eternità”, proprio Lui, il “Tic Tac”. Un “Attimo”, un “Ricordo”, uno “Scatto”, il dito della mano destra indica il “Dio Sinistro” con minaccia del “Ricordo”.

Bensì che la Vita non è Eterna per “Nessuno”, un Orologio fermo, privo di carica, segnerà sempre “l’Ora Esatta” due volte al giorno.

Quale Atleta, batterà sul “Tempo” l’Orologio, prima dell’Eternità?

#lezionidisogni